Punta Cugnana e le Rocce di San Pantaleo

Partendo a piedi dalla piazza di San Pantaleo, il “villaggio degli artisti”, si percorre una strada sterrata che attraversa un bosco di querce da sughero sino ad arrivare a un vecchio stazzo, ai piedi di quelle che vengono chiamate “ le rocce di San Pantaleo” o "Dolomiti sarde", imponenti formazioni rocciose di granito, modellate dal tempo e uniche nelle loro bellezza. Da qui si prende un sentiero, inizialmente facile e ben segnato, man mano che sale dolcemente di quota diventa un po’ più impegnativo.

La zona è ricca di quelli che in dialetto locale vengono chiamati “Li conchi”, ovvero massi enormi con cavità naturali, usati in passato come rifugi da pastori e cacciatori. Il percorso attraversa zone di macchia bassa e boschi di lecci e conduce alle pendici di Punta Cugnana. Qui la vista panoramica è suggestiva: Tavolara, Capo Figari, la Costa Smeralda e l’arcipelago di La Maddalena!

Sulla via del rientro, per chi avesse ancora energie, è possibile salire sulle rocce di San Pantaleo, una deviazione di circa un'ora (andata e ritorno) con un dislivello di 250 metri, su un percorso breve ma impegnativo (tracce e roccia).

Lunghezza percorso: 8,5 / 10,5 km  
Ore effettive di camminata: 3,5 - 4,5
Altitudine massima: 560 metri slm
Ascesa totale circa: 400 / 650 metri
Tipo percorso: strada sterrata - sentiero - traccia - roccia
Difficoltà: E
Altre informazioni: necessari scarponi, suggeriamo pantaloni lunghi